Le Bacche di Goji

Le bacche di Goji arrivano dalla Cina, fanno parte della famiglia delle solanacee e sono salite alla ribalta solo in tempi recenti nei Paesi occidentali che, curiosamente, non le hanno mai considerate fino a poco tempo fa. Diciamo curiosamente perché da millenni sono usate nella medicina tradizionale cinese, non sono una scoperta recente ma forse fino alla significativa presenza cinese in occidente, con la massiccia immigrazione degli ultimi anni, nessuno aveva mai pensato potessero avere tutte le proprietà che oggi sappiamo. Forse è grazie all’immigrazione cinese se oggi possiamo trarne tutti i notevoli benefici.

Le bacche di Goji crescono in Tibet, in Mongolia e in buona parte della Cina dove sono chiamate Frutti di lunga vita. Sono delle bacche di colore rosso, spesso si trovano in commercio essiccate, più raramente fresche ma si trova anche il succo, del quale consigliamo di cercare quello di buona qualità, puro al 100%.

Le bacche di goji contengono antiossidanti, molta vitamina C e molte fibre con poche calorie. Andiamo, però, a vedere più nel dettaglio ciò che contengono.

Cosa c’è nelle bacche di Goji?

In queste bacche rosse trovi:

  • pochissima acqua, solo il 7,5%
  • Proteine 14,26%
  • Grassi 0,39%
  • Carboidrati 77,06%
  • Vitamine C e A
  • Carotenoidi, flavonoidi e acido linoleico oltre a diversi aminoacidi, essenziali per il trofismo cellulare.

I Benefici e Proprietà delle bacche di Goji

Queste bacche hanno la capacità di stimolare il metabolismo accelerando l’utilizzo delle calorie, favorendo l’utilità delle diete dimagranti e bruciando più rapidamente i depositi di grasso. Grazie alle loro fibre aiutano l’0intestino a funzionare meglio e riducono il colesterolo circolante.

Il nome dato dai cinesi di Frutto della lunga vita si giustifica con l’alto contenuto di antiossidanti che proteggono le cellule dall’azione dei radicali liberi e dal conseguente invecchiamento. La vitamina A che si trova in queste bacche ha azione protettiva per la vista.

Da sempre utilizzate nella medicina tradizionale cinese, queste bacche crescono su arbusti alti fino a 2 metri di altezza e per avere tutti i benefici possibili andrebbero consumate quotidianamente in ragione di15/20 grammi al giorno.

Le bacche di migliore qualità sono quelle tibetane ma recentemente si è cominciato a coltivarle anche in alcune zone d’Italia che sta facilitando il reperimento delle bacche fresche, utili anche come spezza fame. Il loro prezzo non è elevato, parliamo di circa 2,5€ per 70 grammi, circa 0.80 Euro al giorno per la quantità consigliata ma se scegli quelle da agricoltura biologica il prezzo sale anche fino a 10€ per 100 grammi.

Se, invece, scegli il succo al 100%, questo va consumato in quantità di 20/25 ml al giorno. Le bacche secche possono essere sgranocchiate ma te le consigliamo spezzettate unite ai fiocchi di avena nel latte o nello yogurt a colazione oppure aggiunte a frullati, per condire pietanze o secondo quello che suggerisce la tua fantasia.

Controindicazioni Bacche di Goji

Le controindicazioni assolute si riferiscono unicamente all’allergia verso la famiglia delle solanacee di cui fanno parte ma occorre molta attenzione al consumo delle bacche di Goji nelle persone che assumono farmaci anticoagulanti, per il diabete e per la pressione alta, in quanto queste bacche agiscono con effetto benefico su questi problemi e si vanno a sommare agli effetti dei farmaci potenziandoli, con il rischio di effetti eccessivi che possono provocare problemi.

Non ci sono studi che dimostrino un’azione negativa in gravidanza ed allattamento rispetto al consumo di bacche di Goji ma nemmeno altrettanti studi che dimostrino l’inesistenza di rischi. Per questo motivo, prudenzialmente, il loro consumo va evitato in gravidanza ed allattamento.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*