Nespole: proprietà e benefici

Se diciamo che le nespole sono un frutto un po’ snobbato dagli italiani sbagliamo? Siamo sinceri, quando vai a fare la spesa e compri un po’ di tutto, quante volte negli ultimi cinque anni hai comprato delle nespole per te e la tua famiglia? Vediamo, fammi indovinare: Mai? Voglio essere ottimista: Una volta? Le nespole sono un frutto che ha un mercato scarso, sono poco ricercate, poco acquistate ma sono sicuro che dopo aver letto quello che segue cambierai opinione e le cercherai frequentemente.

Evidentemente non sei una cinese se obiettivamente alla mia domanda hai risposto coerentemente con la mia previsione di risposta. Perché dico questo? Semplicemente perché le nespole hanno un ampio spazio nella medicina tradizionale cinese, la Nazione dove hanno avuto origine, precisamente nelle Regioni del sud-est, prima di diffondersi prima in Giappone e poi in tutto il mondo.

La cultura cinese in due parole

Al di fuori delle grandi città cinesi dove la densità abitativa è semplicemente spaventosa e la popolazione, soprattutto con la enorme crescita industriale si è “occidentalizzata” ma questo non è detto che sia un bene, la cultura è da sempre orientata allo sfruttamento delle risorse della natura e al suo rispetto, con la consapevolezza che il mondo non è nostro ma noi siamo degli elementi della natura stessa, della sua energia, delle sue regole.

In un territorio dove trovare un medico è un’impresa o almeno lo era, con villaggi sparsi in un territorio immenso, da sempre i Cinesi hanno dovuto trovare nella natura le risorse per vivere e curarsi e hanno sviluppato conoscenze orientate alla natura che per noi sono strane ma che compongono la grande Cultura medica cinese, la loro medicina tradizionale con la quale da tempo immemore i cinesi si curano efficacemente.

Le Nespole come cura

Essendo un frutto originario della Cina, non deve stupire che i cinesi lo usino per le sue proprietà curative e benefiche nell’ambito della loro medicina tradizionale. Parliamo di quei frutti ovali, gialla arancione, con un grosso seme centrale, immerso in una polpa dolce acidula succosa.

La polpa delle Nespole è ricca di molte sostanze, tra le quali la Pectina, un efficace lassativo che limita il contatto delle tossine con la mucosa intestinale, costituendo un validissimo elemento di prevenzione dello sviluppo di forme di cancro intestinale. Il suo lato contenuto di fibre aiuta a mantenere il giusto peso e limita sia l’assorbimento di sostanze nocive come i trigliceridi e il Colesterolo, prevenendo malattie cardiache e circolatorie, compreso l’Ictus, sia l’assorbimento di zuccheri, divenendo un valido ausilio contro il diabete.

Alti contenuti di potassio, Rame, manganese, magnesio aiutano il buon funzionamento di tutto l’0organismo, sostenuto anche dalla massiccia presenza di molte vitamine tra le quali anche la Vitamina A, preziosa per la vista e il benessere della pelle che, grazie a lei, si mantiene giovane e sana, equilibrata, idratata, rimpolpata.

Nella medicina tradizionale cinese le nespole sono usate soprattutto per il trattamento acuto del mal di testa, dei dolori alla schiena e in contrasto al vomito

Le foglie del nespolo, in decotto, sono un eccellente mucolitico, utile nel trattamento delle affezioni respiratorie produttive come la bronchite, la polmonite ed altre. Il contenuto di numerosi acidi e polifenoli conferiscono alle nespole alti poteri antivirali che pochi costosi medicinali riescono a malapena ad eguagliare.

Le nespole non hanno controindicazioni al consumo ma non si deve consumare il nocciolo, ricco di una sostanza, l’Amigdalina, altamente tossica e potenzialmente mortale ad alte dosi, mentre alle dosi che possono essere contenute in un singolo nocciolo provoca nausea, vomito e mal di testa oltre ad effetti allucinogeni

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*