Andare in vacanza e non preoccuparsi dell’impianto idraulico

idraulico

E’ uno dei chiodi fissi quando ci si allontana da casa per qualche settimana: “Ci saranno perdite d’acqua? Troverò la casa completamente allagata al mio rientro?”. Insomma, l’impianto idraulico è motivo di “tensione” durante i nostri viaggi ma prima di partire per le vacanze è opportuno fare un check generale. Un’operazione che, però, deve essere preceduta da tutta una serie di controlli periodici che vengono consigliati dagli esperti del settore e che sarebbe bene appuntare in un’agenda, un po’ come i giocatori professionisti fanno quando periodicamente pensano a come scegliere il bonus migliore dei casino online o a come cercare le migliori quote offerte dai bookmakers. In questo articolo andiamo a scoprire quali sono le operazioni di routine da compiere per non correre rischi inutili legati all’impianto idraulico in nostra assenza.

Manutenzione impianto idraulico, operazioni da compiere ogni sei mesi

Un’operazione di routine è quella della sostituzione degli aeratori (che da molti sono definiti anche rompigetto), che sono posti proprio alla bocca del rubinetto. E’ un’abitudine che deve entrare in agenda soprattutto se in casa si ha un’acqua “dura” e che alla lunga non solo favorirà un flusso d’acqua corretto, ma ne regolerà anche l’intensità andando quindi ad incidere anche sul fattore economico.

Ogni sei mesi è inoltre consigliabile andare ad utilizzare le valvole di arresto dell’acqua. Più in particolare ci riferiamo sia a quella generale, sia a quelle situate nei vari locali della casa, (bagno, cucina, lavatoio…). Aprire e chiudere le valvole periodicamente eviterà che si formi del calcare nelle prossimità della chiusura, calcare che – di conseguenza – alla lunga potrebbe influire sul regolare scorrimento dell’acqua.

Manutenzione impianto idraulico, operazioni da compiere ogni anno

Ci sono poi altri suggerimenti per la manutenzione che andrebbero messi in pratica più di rado: il consiglio è quello di effettuare le operazioni che seguono una volta all’anno.

La pulizia dei sifoni, ad esempio, è un passaggio obbligato. Può essere richiesto l’aiuto anche di un tecnico, di certo vanno evitati decisamente prodotti chimici che potrebbero andare a corrodere gli scarichi in metallo, andando quindi a creare grossi problemi a tutto l’impianto.

Ogni anno sarebbe utile andare a fare un check anche dei tubi flessibili che collegano i tubi a rubinetti, boiler, sanitari ecc. Più nello specifico vanno cercati segni d’usura evidenti o anche delle macchie di colore verdastro che suggeriscono un cambio immediato. Non procrastinate continuamente la sostituzione!

Cosa fare prima della partenza per le vacanze

Ed eccoci arrivati a quello che probabilmente è il punto clou di questo articolo: cosa fare con l’impianto idraulico prima di andare in vacanza? Il suggerimento che ci sentiamo di dare a tutti è quello di andare a chiudere le valvole di arresto. Ci riferiamo sì a quella generale (normalmente è posta sotto il lavello, in cucina), sia a quelle presenti in tutti gli ambienti sopracitati: quest’operazione andrà quindi ad interrompere tutti i circuiti locali, mettendo in sicurezza l’impianto.

Non è tutto: una volta fatto ciò, bisogna aprire i rubinetti e far scorrere l’acqua restante, sia calda che fredda. Grazie a quest’ulteriore stratagemma, si andranno a svuotare interamente i tubi del proprio impianto.

Per una questione d’igiene ambientale, è buona norma chiudere anche gli scarichi (docce, rubinetti, lavelli) con i tappi: in questo modo non ci saranno rischi di eventuali odori sgradevoli che nel periodo d’assenza potrebbero arrivare dalle tuberie.

L’ultimo consiglio di questo articolo che speriamo sia risultato interessante, è rivolto invece ai più “ansiosi”, o almeno a coloro che sanno di avere alcuni punti critici dove in passato ci sono state già perdite. In commercio ci sono dei sensori antiallagamento che andranno ad avvisare, con una notifica sul proprio smartphone, nel caso dovesse esserci una falla. Insomma, a questo punto potete davvero godervi il vostro viaggio…